NON si può donare se... - AVAS2020

A.V.A.S. - OdV
Associazione Volontari Autonoma di Sangue
Organizzazione di Volontariato

A.V.A.S. - OdV
Associazione Volontari Autonoma di Sangue
Organizzazione di Volontariato

Vai ai contenuti
Non si può donare se...
Prima della donazione, il medico preleva una goccia di sangue per valutare il valore di EMOGLOBINA. Se il valore è inferiore al limite valido (13.5 g/dl per gli uomini, 12.5 g/dl per le donne) non si è ammessi alla donazione di sangue intero.
La carenza di emoglobina, detta anemia, può essere provocata da una patologia o da situazioni transitorie (es. ciclo mestruale).

Tramite il sangue è possibile trasmettere malattie infettive (virus, batteri, funghi), è quindi importante escludere dalle donazioni temporaneamente o definitivamente:
    • Chi ha contratto, anche in passato, un’epatite virale di tipo B o C, o un’infezione da virus HIV/AIDS;
    • Chi fa uso di sostanze stupefacenti (droghe), o uso eccessivo di bevande alcoliche (alcoolismo cronico);
    • Chi è stato sottoposto da meno di 4 mesi ad interventi chirurgici di rilievo o ad indagini endoscopiche (es. gastroscopia) od a trasfusioni di sangue o chi, da meno di 6 mesi, ha avuto un parto o un’interruzione di gravidanza;
    • Chi si è sottoposto a tatuaggi, piercing, agopuntura: 4 mesi;
    • Chi è ritornato da meno di 12 mesi da una zona a endemia malarica;
    • Chi ha comportamenti sessuali ad alto rischio di trasmissione di malattie infettive, compresi coloro che hanno rapporti sessuali, anche se protetti, con persone sconosciute le quali potrebbero essere affette da epatite virale o infezione HIV o essere state tossicodipendenti.
    • Chi ha soggiornato in un paese extra-europeo: 1 mese

Inoltre, alcune condizioni cliniche rendono il donatore non idoneo alla donazione di sangue al fine di tutelare la sua stessa salute:
  • Chi ha sofferto o soffre di convulsioni ed epilessia;
  • Chi ha sofferto o soffre di malattie cardiovascolari, respiratorie o gastrointestinali importanti, renali croniche, malattie del sangue, neoplasie o malattie maligne;
  • Chi ha avuto un trapianto di organo.
  • Dopo il parto o dopo un’interruzione di gravidanza la sospensione è pari a 6 mesi.

FARMACI
Nel caso di assunzione di farmaci, la sospensione è temporanea e variabile e dipende dalla tipologia di farmaco assunto. Di seguito i principali casi:
  • Aspirina e antiinfiammatori non steroidei (FANS ad es. paracetamolo, ibuprofene ecc): nessunasospensione per donazione di sangue intero, una settimana per donazione di piastrine;
  • Antibiotici e Sulfamidici: 2 settimane dall’ultima assunzione;
  • Cortisonici: 2 settimane dall’ultima assunzione;
  • Antiistaminici (senza importanti manifestazioni allergiche in atto) nessuna sospensione;
  • Estroprogestinici: nessuna sospensione;
  • Ansiolitici: nessuna sospensione;
  • Antidepressivi: 2 settimane dall'ultima assunzione;
  • Tranquillanti maggiori antipsicotici: esclusione permanente;
  • Antiaritmici, Antianginosi, Anticoagulanti, Antiepilettici: esclusione permanente;
  • Antidislipidemici: nessuna sospensione.

Ulteriori dettagli in merito alla sospensione temporanea o definitiva, o sui farmaci che possano compromettere la donazione si rimanda all’allegato III del Decreto del Ministero della Salute del 2 novembre 2015 recante “Disposizioni relative ai requisiti di qualità e sicurezza del sangue e degli emocomponenti”.
A.V.A.S. OdV
Associazione Volontari Autonoma di Sangue
Organizzazione di Volontariato
A.V.A.S OdV - C.F. 95517530010
D
ecreto Iscrizione Registro Regionale Volontariato 11/04/1995 prot. 1705 n° 95
Piazza Sella 1 - Candiolo (TO)
tel. 3382757858
direttivo@avascandiolo.it
Torna ai contenuti